Area Riservata

PRESENTATO L'INNOVATIVO CONTRATTO PROVINCIALE

Confcommercio Verona e Filcams CGIL, Fisascat CISL e UilTuCS UILT hanno sottoscritto nei giorni scorsi il rinnovo del Contratto Provinciale di Lavoro per i dipendenti da aziende del Terziario della Distribuzione e dei Servizi della provincia di Verona

 

 

Arriva a 14 anni di distanza dal precedente contratto - periodo contrassegnato comunque da uno stretto rapporto tra Confcommercio Verona e sindacati con numerosi accordi riguardanti l'Ente Bilaterale del commercio e dei servizi - e prevede grandi novità in linea con le esigenze del mercato del lavoro odierno, come è stato evidenziato nel corso della conferenza stampa che si è svolta la mattina di lunedì 12 marzo nella sede dell’associazione alla presenza di Paolo Arena e Nicola Dal Dosso, rispettivamente presidente e  direttore di Confcommercio Verona e, in rappresentanza dei sindacati, Floriano Zanoni di Filcams Cgil, Andrea Sabaini di Fisascat Cisl e Barbara Marchini di Uiltucs Uil.

 

Flessibilità (per rispondere ai picchi di lavoro, sopperire all’abolizione dei voucher e allargare al commercio i vantaggi del settore turistico), sicurezza (che sarà perseguita ed aumentata attraverso una formazione qualificata) e parte economica (premi di produttività detassati) sono, ha spiegato Arena, i tre capisaldi di questo importante accordo di secondo livello che vuole valorizzare aziende e rispettivi collaboratori.

 

Sui dettagli del documento si sono soffermati il direttore Dal Dosso - che ha evidenziato aspetti di particolare rilevanza qualI la gestione del lavoro domenicale e il recupero delle ore, l’erogazione dei premi, le novità per il Tfr - i rappresentanti dei sindacati e Moreno Festi, responsabile dei rapporti di lavoro di Confcommercio Verona, che ha illustrato le opportunità offerte grazie al ruolo dell’Ente bilaterale del commercio e dei servizi della provincia di Verona. L'accordo interessa 35-40mila dipendenti veronesi.

 

 

Questi i punti fondamentali dell’accordo:

Ambito di applicazione

Il Contratto Provinciale si applica alle aziende con sede legale nella provincia di Verona anche per le unità operative poste al di fuori della provincia. E’ inscindibile e rappresenta il trattamento minimo e inderogabile per i lavoratori.

 

Formazione continua

La formazione continua è un elemento decisivo per i lavoratori e le aziende nell’attuale contesto economico.  Nel  settore si svolge attraverso For,Te., Quadrifor, Ente Bilaterale. A livello provinciale l’offerta formativa dell’ Ente Bilaterale verrà proseguita e incrementata per una formazione efficace, inclusiva e personalizzata.

 

Sicurezza sul lavoro

Viene confermato l’Organismo Paritetico per la sicurezza quale supporto per le soluzioni tecniche e organizzative, per la promozione della formazione in materia di salute e sicurezza sul lavoro, viene costituita, secondo quanto previsto dalla normativa, la Rappresentanza territoriale dei lavoratori per la sicurezza (RLST).

La RLST svolgerà la propria attività per le aziende nelle quali non è stato nominato il rappresentante dei lavoratori per la sicurezza, sarà composta da tre rappresentanti designati dalle OOSS dei lavoratori e svolgerà un’opera di assistenza ad imprese e lavoratori per generare consapevolezza sulla materia della sicurezza sul lavoro. Negli accessi alle aziende verrà accompagnato da un rappresentante di Confcommercio Verona

 

Molestie sul luogo di lavoro

Verrà attuato e diffuso l’Accordo tra le parti sociali europee sulle molestie e la violenza sui luoghi di lavoro. Viene istituita un’ apposita Commissione Paritetica, presso l’Ente Bilaterale del Commercio e dei Servizi della provincia di verona, per notizie segnalazioni o denunce di molestie.

Nella formazione del personale verranno  incluse nozioni in merito alla prevenzione e alle procedure da seguire.

 

Erogazioni di secondo livello

Vista la persistenza di situazioni di difficoltà economica e considerata la varietà del tessuto imprenditoriale di settore le parti hanno stipulato un Accordo quadro sulla detassazione dei premi di risultato quale strumento maggiormente idoneo a promuovere il riconoscimento economico delle risorse umane.

L’Ente bilaterale del commercio e dei servizi della provincia di Verona è stato individuato quale sede idonea per agevolare le imprese nella definizione di erogazioni aziendali con le caratteristiche di variabilità richieste dalla contrattazione collettiva, promozione delle iniziative in materia di welfare aziendale e monitoraggio degli accordi aziendali.

 

Lavoro domenicale e conciliazione vita e lavoro

Compatibilmente con le condizioni organizzative aziendali per lo svolgimento del  lavoro domenicale si terrà conto della volontarietà del lavoratore, della rotazione e alternanza della presenza per un’equa distribuzione dei carichi di lavoro.

 

Flessibilità dell’orario di lavoro

Per affrontare i picchi e i cali di lavoro tipici del settore sono state individuate forme ulteriori di flessibilità dell’orario di lavoro, secondo le indicazioni discendenti dal CCNL.

Con tali forme si potrà svolgere in determinati periodi un maggior orario di lavoro  con conseguente recupero in periodi diversi, il tutto a parità di retribuzione, secondo le seguenti modalità:

 

•da 45 a 48 ore per 16 settimane, con 45 minuti di permesso aggiuntivo per ogni settimana

•da 40 a 44 ore per 24 settimane, con 45 minuti di permesso aggiuntivo per ogni settimana

•da 45 a 48 ore per 24 settimane, con 70 minuti di permesso aggiuntivo per ogni settimana

 

Part time

Il contratto collettivo nazionale prevede un orario minimo di 16 ore per aziende fino a 30 dipendenti, 18 ore per aziende oltre i 30 dipendenti.

Per favorire la regolare occupazione e fornire una risposta contrattuale adeguata è stata prevista la possibilità di limiti orari inferiori per specifiche realtà aziendali e per particolari condizioni dei lavoratori. I casi in deroga alla normativa contrattuale nazionale verranno specificamente autorizzati dalla Commissione Paritetica Ente Bilaterale.

La normativa in questione riguarda solo le aziende che applicano integralmente il CCNL e gli accordi integrativi provinciali.

 

Tempo determinato nelle località turistiche

Sono stati Individuati i comuni a valenza turistica della nostra provincia nei quali le assunzioni a tempo determinato sono riconducibili a ragioni di stagionalità e quindi non soggette a limiti quantitativi, durata complessiva, stop and go tra un contratto e l’altro.

Con questo viene superata la dicotomia normativa esistente tra le aziende del settore turismo e quelle del terziario. La normativa in questione riguarda solo le aziende che applicano integralmente il CCNL e gli accordi integrativi provinciali.

 

Trattamento di fine rapporto

Oltre ai casi previsti dalla legge (spese sanitarie straordinarie e acquisto prima casa) è prevista la possibilità di anticipazione per spese sanitarie anche non straordinarie, ristrutturazione dell’abitazione, eventi riferibili alla normativa sui congedi parentali, aspettative non retribuite per malattia o infortunio, eventi luttuosi di famigliari.

 

Durata
Il Contratto Provinciale ha durata dal 1 agosto 2017 al 31 dicembre 2020.

 

I nuovi servizi dell’Ente Bilaterale del commercio e dei servizi

La trattativa con le Organizzazioni Sindacali dei lavoratori che ha riguardato il rinnovo del Contratto provinciale è stata la conclusione di un percorso che ha determinato, tra l’altro, anche la definizione di nuovi servizi offerti dall’Ente Bilaterale del Commercio e dei Servizi della provincia di Verona.

 

Per i lavoratori sono stato individuati i seguenti nuovi servizi, che si aggiungono ai preesistenti:

•bonus scolastico anche per i figli frequentanti la scuola media (già presente per le superiori): 100 euro

•concorso spese per acquisto supporti informatici (PC, smartphone, tablet): 100 euro

•concorso spese per attività sportive di lavoratori o figli: 100 euro

•contributo per figli disabili diventa annuale: 300 euro

•contributo per aspettativa non retribuita per patologie gravi e continuative: 10 euro al giorno per sei mesi

 

Per le imprese sono stato individuati i seguenti nuovi servizi, che si aggiungono ai preesistenti:

•sostegno all’ innovazione tecnologica aziendale per la promozione tramite applicazioni o piattaforme on line: 400 euro

•concorso spese per redazione DVR sicurezza sul lavoro: 150 euro

•rimborso del costo per indennità patologie gravi e continuative: 500 euro

•premio per assunzione personale under 35: 300 euro

•premio per assunzione personale over 50: 300 euro

•premio per trasformazione da contratti a termine a tempo indeterminato: 300 euro

•premio per trasformazione da tirocinio a tempo indeterminato:  300 euro

 

Al fine di affrontare i temi sociali che riguardano trasversalmente le persone è stato previsto un nuovo servizio, che riguarda sia le imprese che i lavoratori, relativo ad un concorso spese di 100 euro per l’assunzione regolare di badanti o lavoratori domestici con l’applicazione del CCNL lavoratori domestici.

 

Maggiori e più dettagliate informazioni visitando il sito internet www.entebilaterale.vr.it.

 

 testo_integrele.pdf




Condividi!

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn

Confcommercio Verona utilizza i cookies per migliorare l'usabilità del sito. Potete disabilitare i cookie, modificando le impostazioni del vostro browser.